Share Button



Roma: Hotel Siviglia
La posizione comoda, in via Gaeta, a cinque minuti a piedi dalla Stazione Termini ed il prezzo contenuto  purtroppo non bastano all'hotel Siviglia per ottenere una valutazione positiva.

Appena entrati il desk della reception, sulla sinistra, consente una accoglienza rapida ma piuttosto fredda

L'arredamento della hall è ridondante, agèe, usurato ed anche un po' polveroso seppur ben tenuto.

Per raggiungere l'ascensore che porta alle camere, posto in fondo ad un corridoio, si devono salire alcuni gradini. Vetrinette con argenti, poltroncine, busti e altro arredamento abbastanza fitto fino all'ascensore, che si rivela lentissimo e decisamente piccolo (difficile che possa accogliere comodamente due persone con bagagli).
Roma: Hotel Siviglia
I corridoi delle stanze sono luminosi con un discreto parquet; specchi, porte e pareti bianche.

La camera ha una porta vecchissima, da aprire ancora con la chiave, ma soprattutto priva di ogni solidità e sicurezza. La sensazione, non piacevole, è che si possa aprire anche solo spingendo un po' più forte.

La camera, con tre letti, nonostante fosse una singola, è un po' triste anche se abbastanza grande ma con a terra un bel parquet. I letti, ovviamente tutti singoli ma con i due principali vicinissimi, hanno  copriletti color giallo ocra che, forse vorrebbero essere allegri ma purtroppo non lo sono. 

L'arredamento è piuttosto spartano con un vecchio armadio  di legno scuro, comodini vecchio stile, ed applique. Orribile il vecchio frigobar piazzato accanto all'armadio con sopra un televisore di dimensioni decisamente ridotte.

La stanza però, come detto, è piuttosto grande e prosegue in una sorta di disimpegno con un gradino, non particolarmente alto ma comunque insidioso (seppur segnalato con una striscia gialla). Un piccolo spazio (definirlo boudoir sarebbe troppo) con una gradevole scrittoio (anche in questo caso definirlo scrivania sarebbe troppo.

Roma: Hotel Siviglia Roma: Hotel Siviglia



Ancora oltre si ha la piacevole sorpresa di uscire su un balconcino che affaccia sulla via. Sicuramente un punto positivo della stanza con un altrettanto gradevole tavolino con sedie in ferro battuto. Uno dei pochi purtroppo.

Roma: Hotel Siviglia Roma: Hotel Siviglia

Il bagno, praticamente di fronte allo scrittoio è, ahimè, un disastro.

Roma: Hotel Siviglia
È sporco, e questa è una cosa inaccettabile. Poco importa che sia anch'esso datato, che la doccia sia usurata ed il box bisognoso di una sistemazione, che il minuscolo finestrino sia instabile. Un bagno sporco non è tollerabile.

La colazione, decisamente modesta, viene servita in un seminterrato un po' umido ed abbastanza triste. Il buffet è assolutamente standard, privo di fantasia e di qualità modesta. I prodotti per allergici non sono disponibili.

Roma: Hotel Siviglia
Complessivamente, quindi, al di là della posizione, non sono molti gli elementi positivi dell'hotel Siviglia di Roma. 

Ulteriori immagini del bagno in Private Baths and Public Toilettes






Share:

0 commenti:

Posta un commento