Share Button



A volte gli hotel si sbagliano. Si pensa che siano di un certo livello o di una determinata qualità e magari non lo sono. A me è capitato di aver semplicemente sbagliato albergo. Convinto di averne prenotato uno, in realtà ne avevo prenotato un altro.

Nello specifico ero convinto di dover pernottare lo Zan Hotel Il Canale (che mi sembra una volta fosse della catena Zan Hotel ma che forse non lo è mai stato o non lo è più) e del quale parlo qui, ma verificando la prenotazione, pochi istanti prima di dare l'indirizzo al taxista, ho scoperto  di dover invece andare allo Zan hotel Europa.

Poco male, anzi  meglio, dato che lo Zan Hotel Europa è di categoria superiore (quattro stelle) e sicuramente più gradevole per spazi ed arredi anche se lo stile delle camere ricorda un po' lo Zan Hotel Il Canale .

In ogni caso lo Zan Hotel Europa è piuttosto gradevole sebbene un po' ridondante.

Vicinissimo alla stazione di Bologna, raggiungibile a piedi in meno di dieci minuti, ha una grande hall con divani, poltrone, tavoli, tavolini e vasi che sfocia in un ampio corridoio che porta alla sala colazioni ed alle sale riunioni.

Il bancone della reception, leggermente defilato sulla destra, è grande e scuro.

Le procedure di check in hanno tempi ragionevoli ed il personale cordiale e disponibile.

Gli ascensori che portano alle camere sono ancora più a destra, in una sorta di piccolo disimpegno da cui partono le scale dominate da un enorme specchio dalla cornice dorata.

Ori e ottoni, presenti nella hall, si ripresentano un po' ovunque nell'hotel, dalle ascensori ai vasi, dalle scale ai divani, e rendono, come già anticipato, tutto lo stile un po' ridondante.

Ridondante e, forse, un po' superato stilisticamente ma perfettamente tenuto tanto da sembrare, o forse essere, in alcuni casi, addirittura nuovo.

Anche la stanza ha lo stesso stile. Copriletti rossi elaborati in in stile simil broccato, tende dello stesso genere a righe oro e rosso e, purtroppo, moquette dal colore blu chairo con piccoli disegni in tutta la stanza.

Incomprensibile la presenza di ben tre letti singoli che riduce drasticamente gli spazi calpestabili, anche per la presenza della piccola scrivania, sulla sinistra entrando e, al fondo, del ripiano per la valigia di un piccolo comò su cui è appoggiato lo schermo della televisione.

La stanza, dalle dimensioni in ogni caso piuttosto modeste, sembra, anzi, è troppo affollata di mobili e letti e quasi soffocata dai tendaggi e dalla moquette.

Le abat-jour non sono gestibili centralmente ma solo con l'interruttore del cavo che le collega alla presa impedendo di fatto la possibilità di tenere il telefono in ricarica ma anche a portata di mano.

Bello il bagno, sicuramente ristrutturato di recente, e quindi dallo stile moderno e luminoso. Lastroni beige chiaro sul pavimento e le pareti.

Comodo lavandino, sanitari bianchi impeccabili e magnifica doccia, a filo pavimento che prende tutta la parete di fondo, con apprezzabilissimo soffione. Abbondanza di asciugamani di ogni genere e di ottima qualità ma assenza di accappatoi  anche se sono disponibili le ciabatte. 

Ricco, anche se non vario, il kit da bagno.

Più che buona la quialità del wi-fi dispnibile gratuitamente in camera.

Alla fine lo Zan hotel Europa si è rivelata una scelta azzeccata (sebbene diversa da quella voluta). Un po' eccessivo nell'arredamento e nello stile, con una stanza un po' piccola e sovraccarica, un bel bagno e personale cortese.

Ottima la posizione se si arriva in stazione, comodo anche per raggiungere  il centro città a piedi ma in ogni caso attrezzato con un ampio parcheggio gratuito, ad una cinquantina di metri, utilissimo in una zona con poca disponibilità.

Ulteriori immagini del bagno in Private Baths and Public Toilettes
Share:

0 commenti:

Posta un commento