Share Button

L'NH Macchiavelli di Milano si trova in via Lazzaretto, via secondaria non distante da corso Buenos Aires e dalla fermata della metropolitana Repubblica. 

Volendo, anche la Stazione Centrale sarebbe raggiungibile a piedi.

La collocazione è dunque buona così come in generale l'albergo anche se un po' soffocato dalla via e dai palazzi che lo contornano e da un accesso d'angolo decisamente triste.

La hall, spaziosa ma non molto luminosa nonostante il legno chiaro ed il giallo morbido degli arredi, prosegue, dopo il banco della reception, quasi senza soluzione di continuità nell'area bar e colazione.

La stanza, non particolarmente grande, ha un bel pavimento di legno ma un arredamento abbastanza basico es un po' superato.

Il letto ha una testata giallo ocra, dello stesso colore le piccole poltroncine poste accanto all'altrettanto piccola scrivania a mezzaluna in legno e vetro posizionata di fronte.

Televisore discretamente grande ma non certo enorme, mobile con frigobar nell'angolo.

L'armadio in legno scuro, ovviamente equipaggiato di cassetta di sicurezza,  collocato accanto alla porta di ingresso della camera è abbastanza spazioso seppur non di grandi dimensioni.

Il bagno complessivamente in buone condizioni sembra un po' datato sia per il tipo di piastrelle sia per la vasca doccia che, invece, ha qualche pecca e segno di usura. Buono, secondo la tradizione NH, il kit di cortesia.


La colazione servita al piano terra, nella zona che si estende oltre la hall, in una sorta di corridoio curvo. Il buffet è buono e vario con una buona attenzione anche per celiaci ed intolleranti.


Non posso nascondere che l'hotel Macchiavelli non mi ha entusiasmato. Pur pur rispettando lo standard minimo NH ha più di un'imperfezione ed in particolare nelle camere è sicuramente inferiore alla media della catena.

Ulteriori immagini del bagno in Private Baths and Public Toilettes



Share:

0 commenti:

Posta un commento