Share Button

 
L'albergo HC3 di via dell'Arcoveggio, non lontano dall'omonimo ippodromo, a Bologna è una sistemazione ragionevolmente economica e di qualità (anche se, forse, leggermente inferiore alle quattro stelle indicate). Ovviamente il prezzo subisce delle impennate notevolissime in concomitanza delle fiere come tutti gli alberghi della città.

La zona non è delle migliori e, nonostante la già citata vicinanza con l'ippodromo, la stazione, seppur non troppo lontana non è agevolmente raggiungibile così come il centro cittadino. Inoltre, ed è un grosso punto a sfavore, l'accesso all'hotel è su una via decisamente secondaria sempre intasata da auto parcheggiate e non facile da individuare.

Entrando ci si trova davanti al bancone della reception. Sulla destra le ascensori, dal lato opposto la sala colazioni. L'accoglienza è cortese ed abbastanza rapida.

La camera non è molto grande e gli spazi modesti. I due letti singoli sono veramente molto vicini l'uno all'altro, praticamente attaccati. I colori scuri dei mobili e del pavimento sembrano ridurre ulteriormente il volume complessivo della stanza.

L'arredamento è discreto ma abbastanza essenziale: piccolo armadio con specchio, scrivania a muro dotata di schermo multimediale non particolarmente utile e comunque troppo piccolo, nella sua funzione primaria di televisore, per vedere agevolmente i canali dal letto.

Bagno piccolo ma piacevole, ben organizzato anche se con un accesso alla doccia un po' sacrificato.

Insonorizzazione della camera non perfetta che risultava quindi piuttosto rumorosa per i suoni del corriodio o dell'ingresso. 

Colazione a buffet nella sala al piano terra con personale ridotto al minimo ed eccessivamente automatizzata. Qualità discreta ma varietà piuttosto ridotta, in particolare per il "salato".

WiFi gratuito solo nella hall, dove ci sono anche un paio di postazioni con pc di libero utilizzo.

L'albergo ha anche una sala riunioni multimediale ed una palestra che però non ho utilizzato e nemmeno visto.

La pulizia e la cortesia sono di buon livello ma il personale sembra ridotto al minimo a favore di una serie di servizi automatici che sebbene gradevoli, caffè e tè gratuiti durante la giornata, non sono valorizzati al meglio.

Non la prima scelta, a mio giudizio, per sistemarsi a Bologna. Principalmente per la zona non particolarmente comoda o ricca di servizi ma anche per l'anonimità complessiva dell'hotel. Nonostante ciò, date le frequenti offerte, ed una certa comodità per chi arriva dall'autostrada (sempre che si riesca a trovare subito l'ingresso dell'edificio) può risulatre utile per un pernotto veloce.

Immagini del bagno in Private Baths and Public Toilettes

Share:

0 commenti:

Posta un commento