Share Button

Il James Joyce Hotel di via dei Cavazzeni è un omaggio all'autore dell'Ulisse che tanto ha amato questa città dall'indiscutibile fascino e cerca di ricrearne l'atmosfera in un antico palazzo del Settecento.
Situato in una posizione ottimale, nel pieno centro di Trieste, a pochi passi da Piazza Unità d'Italia è una comodissima sistemazione per visitare la città.


Le camere non sono molte, credo una ventina, e sono distribuite su più piani. La mia era spaziosa, pulita, ordinata e ristrutturata (come tutto l'edificio) di recente ma abbastanza standard e, forse, un po' spoglia. Il bagno anch'esso ristrutturato di recente aveva dei sanitari di design bellissimi ma nonostante ciò appariva piuttosto anonimo.

La reception, come le prenotazioni ed ogni altro servizio, non sono forniti direttamente dal James Joyce Hotel e non sono presenti nell'edificio ma sono forniti dall'adiacente Urban Hotel Design che fornisce tutto il supporto logistico. Infatti occorre prima registrarsi all'Urban Hotel Design per poi poter accedere al James Joyce.

Fatto che, sebbene un po' sorprendente, non crea alcun problema anche perchè l'entrata posteriore dell'Urban Hotel Design è esattamente di fronte all'ingresso (accesso con carta magnetica) del James Joyce Hotel, separato solo dalla strettissima via Cavazzeni.

L'ingresso dell'albergo, forse proprio perchè privo di reception, riece a creare un'atmosfera quasi da abitazione privata assai gradevole. Il personale (in comune con l'Urban Hotel Design) è gentile e molto disponibile.

La colazione, servita in una piccola sala al piano terra, è buona ed abbastanza ricca ma priva di ogni velleità, come invece farebbe presupporre il nome dell'albergo.
L'albergo è in una posizione ottimale, nel pieno centro di Trieste, a pochi passi da Piazza Unità d'Italia ed è quindi una comodissima sistemazione per visitare la città. Nonostante la sua posizione estremamente centrale è in una via secondaria al di fuori del consueto traffico notturno e dei tiratardi.

Opinione presente anche su Trivago
Share:

0 commenti:

Posta un commento